Come arredare con l’illuminazione

kitchen-1940174_1920 (1)L’illuminazione è un elemento fondamentale di ogni abitazione, in grado di modificare e trasformare l’ambiente. È infatti possibile notare quanto riesca a variare l’effetto di una stanza semplicemente utilizzando luce diversa. Proprio per questo, si è diffusa sempre di più la tendenza del light design, ovvero l’arredamento della casa utilizzando la luce giusta al posto giusto, per ottenere effetti personalissimi e conferire il giusto charme all’arredamento presente, in conformità con l’ambiente.

Progettare il sistema di illuminazione

Il primo passo da fare, se si vuole scegliere un sistema di illuminazione personalizzato e non banale, è creare un progetto. In genere, è preferibile farlo in concomitanza con la ristrutturazione oppure quando si arreda da zero una stanza, in caso contrario occorre analizzare ogni elemento di un ambiente, focalizzandosi su cosa si vuole mettere in risalto e come farlo. Sicuramente, però, bisogna considerare le luci particolari che sottolineano un determinato dettaglio, non devono contrastare con l’illuminazione generale dell’ambiente; proprio per questo, ci si deve occupare di questo aspetto prima di passare ai dettagli. Il segreto è comprendere come ottenere un ambiente non solo bello, ma anche funzionale, cercando di dosare anche la luce naturale quando disponibile. In ogni caso, è possibile lasciarsi ispirare da shops che propongono anche lampade ed altro, come www.agofstore.com

L’illuminazione principale

Quando si sceglie l’illuminazione principale di una determinata area, occorre capire che tipologia di stanza deve essere illuminata. Sicuramente in un soggiorno, in una cucina oppure in uno studio, è fondamentale avere una luce forte e fredda, in modo da potersi concentrare al meglio e vedere tutti i dettagli quando si svolgono operazioni come cucinare, studiare e guardare la tv. Al contrario, se si deve illuminare una stanza dedicata al relax, come la camera da letto, è preferibile optare per una soluzione calda e soffusa, capace di conciliare il sonno e contribuire al relax. Bisogna, poi, scegliere la fonte di illuminazione, se più moderna, o classica. Si può optare, ad esempio, per un insieme di faretti o applique, oppure per un lampadario, importante oppure discreto, a seconda dello stile dell’arredo ed anche alle dimensioni della stanza. Infatti, in caso di ambienti piccoli, utilizzare un lampadario particolarmente grande ed ingombrante può ridurre lo spazio disponibile.  Illuminare un ambiente grande con diverse aree è più complicato. Ad esempio, se si ha un soggiorno con cucina integrata ed angolo lettura, occorre progettare diversi tipi di illuminazione: si può scegliere un insieme di faretti da incastonare nell’angolo cottura, da abbinare ad una lampada da terra che si può direzionare verso il divano per la zona relax, oppure una lampada a sospensione per il tavolo ecc. Il suggerimento, però, è di non creare un effetto abbagliante ma dosare con sapienza luci ed ombre in qualsiasi stanza.

Illuminare i dettagli dell’ambiente

Come già detto, quando si sceglie un sistema di illuminazione, è fondamentale comprendere quali sono i dettagli da mettere in risalto. In uno studio, ad esempio, si può illuminare principalmente la libreria, oppure la scrivania utilizzando una lampada-oggetto molto originale e divertente. In una stanza con pareti irregolari, è possibile nascondere delle applique al fine di rendere interessanti anche i difetti. In una camera da letto, è consigliabile posizionare delle lampade eleganti sul comodino con luci calde e rilassanti, utilizzando, poi, luci più forti per l’illuminazione dell’armadio, magari dotate di sensori di movimento. Per il bagno, oltre alla luce principale dell’ambiente e quella dello specchio, si può pensare anche ad inserire dei faretti o delle strisce luminose sotto al lavandino (se sospeso) o attorno alla vasca da bagno, per un effetto moderno che ricorda le spa ed i centri benessere. Altri dettagli che si potrebbe voler risaltare sono le fotografie appese alle pareti oppure dei quadri, da far risaltare con delle luci colorate se lo stile dell’arredamento lo permette.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi