Arredare con le piante: suggerimenti e benefici

arredare con le pianteArredare con le piante è facilissimo e, soprattutto, comporta interessanti benefici per la salute e per la tutela dei tuoi arredi. Lo sapevi? Si tratta di una tendenza sempre più diffusa, soprattutto tra chi si è trovato a trascorrere molto tempo in casa e ha deciso di dare una svolta green alla propria abitazione per rinnovarla, colorarla e renderla più gradevole. Ecco qualche consiglio per procedere.

Per prima cosa è importante conoscere le caratteristiche delle piante che vorrai disporre in casa perché ognuna di esse necessita di particolari condizioni di luce e di calore tali da renderle più adatte ad ogni stanza. Ecco perché vedremo come scegliere le piante in base ai vari ambienti.

Piante da soggiorno e cucina

Per soggiorno e cucina abbiamo scelto due piante elegantissime e di aspetto molto gradevole. La prima è il Filodendro, una pianta appartenente alla famiglia delle Aracee che risale per lo più all’America del sud. Si caratterizza da foglie grandi e distanziata dal ramo che possono essere di forma ovale, a cuore o suddivise a lobi.

Il colore verde può presentare talune striature di bianco mentre le foglie assumono toni che tendono deliziosamente al porpora. Al mondo esistono ben 500 specie di Filodendro per cui assicurati di scegliere sempre quella che si addica meglio al tuo gusto.

Per una cura ottimale spruzza le foglie e il tutore muschiato con acqua a temperatura ambiente ed evita i ristagno di umidità sulle radici che potrebbero farli marcire. Questa pianta ama il calore e l’umidità, motivo per cui è adatta ai soggiorni luminosi e alle cucine.

Un’altra pianta davvero bella è l’Alocasia, un vegetale del sud est asiatico dai toni giallo nero e verde che ti ammalieranno. La forma ricorda vagamente quella di un elefante vista le sue foglie robuste e ricche di venature.

Ha bisogno di almeno cinque ore di luce al giorno per cui è idonea ai soggiorni e alle cucine luminose. È bene nebulizzarla frequentemente con acqua ma facendo attenzione a non eccedere per non marcire le radici.

Piante in camera da letto

Per la camera da letto abbiamo scelto la Sanseveria, la pianta nota anche con il nome di “Pianta del Serpente”. Tra i maggiori benefici offerti dalla Sanseveria c’è la capacità di contrastare l’elettrosmog generato dai dispositivi come smartphone, pc e router.

Un una pianta capace di assorbire l’umidità producendo ossigeno durante la notte ed eliminando il vapore acqueo presente nella stanza.

Richiede poche semplici cure tra cui una temperatura superiore ai dieci gradi centigradi, la luce indiretta e una pulizia delle foglie. L’estate colora gli ambienti con delicati fiori bianchi.

Un’altra pianta meravigliosa è la Beaucarnea, la pianta capace di mangiare il fumo. La sua forma caratteristica e le sue potenzialità sono ideali proprio per gli ambienti in cui si dorme.

Difatti è in grado di trattenere le impurità e di ripulire l’aria mentre è in grado di adattarsi a tutte le condizioni climatiche. L’unica accortezza è quella di lasciarla lontana da correnti e da fonti dirette di calore.

Piante da bagno

Infine per arredare il bagno con le piante abbiamo scelto l’Aloe Vera e la Begonia. La prima è utilissima per le foglie che producono una sostanza ideale per trattare ferite, ustioni o per ringiovanire il viso. Non ama la luce diretta ma diventa rigogliosa con l’umidità del bagno.

Anche la Begonia ama l’umidità tipica della stanza da bagno. A differenza dell’Aloe è molto colorata e perciò, decisamente ornamentale. Sta bene anche negli ambienti a luce bassa ma occhio a non esporla direttamente al sole dietro il vetro della finestra.

Curiosità: le piante che regolano l’umidità proteggono i mobili in legno!

Ebbene si, le piante proteggono anche gli arredi. Nelle case in cui i termosifoni o gli impianti di condizionamento del clima sono accesi in modo intensivo l’aria si secca e si riempie di sporcizia e polvere. Questo fa male alle nostre vie respiratorie, spesso affaticate da secchezza e bruciore per motivi che non riusciamo a spiegarci.

Con le piante che equilibrano l’umidità risolverai questo problema e, soprattutto, preverrai il deterioramento degli arredi in legno. Questi si seccano e si crepano con l’aria troppo secca e, soprattutto, tendono a perdere il colore brillante e l’aspetto elegante tipico di quando li hai acquistati!

Quali piante hanno queste potenzialità?

Te le elenchiamo qui di seguito!

Felce, bambù, orchidea, filodendro, sanseveria, aspidistra, pothos, ficus, anturio, dracena, spatifillo, crisantemo ed azalea!

Perché arredare con le piante?

Come vedi le piante purificano l’aria, regolano l’umidità, danno colore all’ambiente e, soprattutto, ci aiutano a ristabilire un contatto con la natura anche in un appartamento nel bel mezzo della giungla di città.

Vista l’enorme quantità di piante che esistono al mondo abbiamo menzionato le più belle, per lo meno secondo il nostro gusto. Se vuoi altri consigli per scegliere le piante per il tuo appartamento non esitare a farcelo sapere e saremo felici di scrivere un approfondimento.

Lascia un commento