Sdraio e lettini da esterno: come scegliere la soluzione perfetta

sdraio

Estate, tempo di vacanze! Chi vuole concedersi un po’ di meritato relax e al tempo stesso ha a disposizione un’unità esterna della propria abitazione, allora di certo non potrà fare a meno di ricorrere all’acquisto di una sdraio o di un lettino. Questi arredi sono per così dire irrinunciabili agli occhi di chi dispone di una piscina privata, ma anche di chi, pur non avendo una piscina tutta quanta per sé, ha comunque un ampio terrazzo o un giardino: in fondo, la tintarella la si può prendere indipendentemente dalla presenza di una piscina, non vi pare?

In commercio esistono molte tipologie di sdraio che mirano ad accontentare un po’ le diverse esigenze, anche se quelle più in voga ultimamente sono le sdraio che hanno una struttura molto rigida alla base e un materassino sopra che possa dare quel giusto comfort di cui si ha bisogno. I lettini rigidi sono i migliori perché resistono al vento e alle intemperie, e soprattutto perché danno stabilità a chi vi sta sopra (vi immaginate quanto potrebbe essere scomodo appoggiarsi su una sdraio “molle” che scricchiola ad ogni movimento?).

Questi lettini rigidi che garantiscono solidità e resistenza ad acqua, intemperie e usura, sono generalmente lavorati in alluminio, in acciaio inossidabile, in resina, rattan, polietilene, polipropilene, legno (di quercia, mogano, larice o acacia), e teak. Tutti questi materiali sono capaci di assicurare resistenza e tenuta nel tempo, anche se è evidente che poi la scelta tenderà a cambiare a favore di un materiale anziché di un altro per eventuali altre esigenze: per esempio chi vuol dare allo spazio esterno quel tocco un po’ chic, di certo prediligerà il legno ad un più “rozzo” acciaio!

Ma non c’è solo il materiale da considerare, perché le sdraio che si trovano oggi giorno permettono anche di poter scegliere tra una struttura “fissa” e una struttura flessibile, dotata cioè di uno schienale regolabile in tre o più inclinazioni. E poi non dimenticate di prestare attenzione anche all’imbottitura, che deve essere elegante, sintetica e comoda al tempo stesso. In genere il materiale più utilizzato per il materassino che sta sopra la sdraio è un innovativo textilene di origine sintetica, ma in molti si buttano anche su nailon e plastica traspirante.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi