Come rinfrescare casa senza condizionatore

Rinfrescare casa senza condizionatore? Puoi farlo, basta seguire qualche piccolo accorgimento e avrai ambienti più freschi e arieggiati.

Se vivi in una zona in cui le temperature sono particolarmente alte per buona parte dell’anno, con estati molto afose, utilizzare il condizionatore tutti i giorni comporta un consumo energetico non indifferente.

Inoltre, il condizionatore presenta alcuni svantaggi che ti consigliamo di tenere in considerazione al momento dell’acquisto. Valuta bene le tue reali esigenze di raffrescamento degli ambienti. Ad esempio, per appartamenti piccoli, acquistare questo elettrodomestico potrebbe essere una spesa eccessiva. Mentre, potrebbe rilevarsi più utile per una casa grande con tante stanze.

Quali sono gli svantaggi del climatizzatore?

I climatizzatori tradizionali consumano tanta elettricità, inoltre, quelli dotati di tubo di scarico esterno, danneggiano l’ambiente e sono meno efficienti.

C’è da dire che questo elettrodomestico richiede una spesa elevata per l’acquisto e l’installazione, soprattutto il modello split. Si può anche optare per condizionatori portatili, decisamente più semplici da installare, ma il consumo è molto più alto dei ventilatori.

climatizzatore

Il condizionatore è molto più rumoroso del ventilatore, fa un rumore di fondo che disturba la quieta e il comfort abitativo, soprattutto durante la notte. Inoltre, i gas refrigeranti che servono a far funzionare l’impianto di climatizzazione, inquinano l’ambiente.

In sintesi, gli svantaggi del climatizzatore:

  • Consumo energetico elevato
  • Emissione di gas refrigeranti dannosi per l’ambiente
  • Costo iniziale e di manutenzione
  • Rischio di diffusione di batteri e muffe nell’aria
  • Impatto negativo sulla qualità dell’aria interna
  • Possibili problemi di umidificazione eccessiva o eccessiva secchezza dell’aria
  • Rumore generato dall’unità esterna
  • Necessità di isolare bene gli ambienti per mantenere l’efficienza

Rinfrescare casa senza aria condizionata: le alternative

Se possiedi un giardino, ti viene sicuramente semplice trovare un po’ di refrigerio, trascorrendo qualche ora al fresco sotto l’ombra di un albero o di un pergolato. Ma se non hai a disposizione uno spazio outdoor, puoi ricorrere a qualche alternativa per rendere la tua casa più fresca e arieggiata.

casa fresca

Oscura le finestre

Scherma il calore del sole chiudendo persiane, tende o tapparelle, in particolare, quelle delle finestre esposte verso sud, ovest o sud-ovest.

Se l’abitazione ha il piano terra e possiede più balconi, utilizza tende da sole, ombrelloni e piante abbastanza grandi per limitare l’entrata dei raggi solari e mantenere fresco l’appartamento.

Arieggia gli ambienti

La mattina presto o la sera, apri le finestre e fai arieggiare la casa, approfitta dei momenti in cui le temperature non sono molto alte. In questi momento della giornata si crea una brezza davvero piacevole, che da sollievo, soprattutto se l’estate è molto afosa.

Pellicole riflettenti per finestre

Queste pellicole vengono applicate direttamente sul vetro delle finestre, riflettono la luce solare e limitano quella che penetra negli ambienti.

È un rimedio efficace perché isolare le finestre dal sole e riduce il calore che riesce a passare all’interno ma. Di contro una riduzione della luminosità nella stanza. Le pellicole rimuovono con facilità e non lasciano segni.

Biancheria da letto leggera

Anche la biancheria da letto contribuisce a rendere più piacevole il riposo durante le notti calde e afose, l’importante è scegliere tessuti freschi e leggeri.

Da evitare la flanella, ideale per l’inverno, e preferire lino e cotone, materiali freschi e traspiranti. No anche a tessuti sintetici che tendono a trattenere il calore.

Ventilatore  a risparmio energetico

Il condizionatore d’aria consuma molto, ma se scegli un ventilatore di classe energetica efficiente, puoi rinfrescare senza spendere molto.

raffrescare casa ventilatore

Un buon trucco è quello di mettere dei cubetti di ghiaccio in una ciotola o delle bottiglie d’acqua ghiacciata davanti al ventilatore, otterrai un’aria fresca costante e davvero piacevole.

Valuta l’acquisto di un umidificatore

Se la tua abitazione è particolarmente secca ed esposta al sole per tutta la giornata, puoi acquistare un umidificatore portatile, preferendo un modello che non riscalda l’aria o emette vapore.

Meglio quindi un umidificatore a ultrasuoni, dotato di molteplici funzionalità, solitamente, combina: ionizzazione, purificazione d’aria e profumazione di aromi.

Lascia un commento