Come scegliere il materiale giusto per i mobili della cucina

arredo total white

Arredo total white (Credits: Homify)

Quando vogliamo rinnovare la cucina, i materiali utilizzati per la costruzione ci pongono di fronte a varie scelte. Le finiture e le superfici disponibili abbondano insieme naturalmente ai loro pro e contro. Quindi una scelta oculata garantirà la durata della cucina stessa. Vediamo allora quali sono i materiali da scegliere per l’acquisto dei mobili da cucina.

Vetro laccato

Parliamo di un materiale in vetro, il quale viene laccato sul un lato. La laccatura può essere naturale o sintetica e può dare al vetro un colore vivo o opaco nell’aspetto. Oltre ad essere molto facile da pulire, rende la cucina un ambiento vivo e colorato. E’ molto resistente all’umidità.

Se la laccatura non viene passata con la dovuta accortezza, il vetro risulterà avere quello che in gergo viene chiamato “effetto occhio di pesce”. Pulizia e attrezzature adeguate sono necessarie.

Laminato

Quando parliamo di laminato ci riferiamo ad un particolare materiale costruito dall’uomo. In pratica sono fogli molto sottili fatti in modo tale da assomigliare al legno e sono disponibili in varie colorazioni e motivi, tra cui lucido, opaco e decorato.

Il laminato è un materiale molto versatile e conveniente rispetto al legno massello, in quanto dimostra più resistenza verso graffi e macchie; nelle cucine abbastanza umide o con eccessive fonti di calore sono risultati migliori rispetto al legno massello. L’inconveniente è che parliamo di un materiale ad emissioni tossiche. Inoltre, se non installati correttamente, si scheggiano sui bordi, si consumano più rapidamente e diventano opachi.

Impiallacciatura di legno

L’impiallacciatura consiste nell’incollare dei fogli di legno sottili su una base spessa e solida. Questi fogli vengono colorati e lucidati in base al tema e agli interni dello spazio che si vuole arredare, migliorando la naturale bellezza di questa tipologia di materiale. Sono convenienti non soltanto perché sono economici, ma soprattutto per come vengono concepiti. Rispetto al legno massello, da un solo ceppo si possono ottenere diversi fogli e quindi possono essere utilizzati in un buon numero di assemblaggi.

Mentre il laminato è tossico, il legno impiallacciato è eco-compatibile e può  persino essere levigato per farne risaltare il colore. Non sono però per nulla resistenti a graffi e deformazioni, tanto che necessitano di molta cura. Bisogna lucidarli spesso per mantenerne la colorazione viva.

Duco

Il Duco è un tipo di finitura che consiste nel passare uno strato opaco di vernice alla base del legno attraverso la spruzzatura. Il legno diverrà lucido e di alta qualità, a patto che il lavoro venga fatto in modo corretto. Oltre a conferire lucentezza e lunga durata, la finitura Duco è molto resistente all’acqua e si asciuga rapidamente se viene incautamente bagnata.

Richiede una preparazione adeguata prima dell’applicazione poiché il Duco è termo-sensibile e qualsiasi differenza nella temperatura può alterare la finitura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *