Ristrutturare il bagno: 5 consigli utili per farlo in tranquillità

bagnoQuando si parla di ristrutturare casa le preoccupazioni sono tante, sia per quanto riguarda i lavori da effettuare, sia per i costi da sostenere. Questo riguarda in particolar modo la ristrutturazione del bagno che regala sempre una maggiore dose di preoccupazione. Gli aspetti impiantistici, le peculiarità funzionali, il legittimo desiderio di ottenere il massimo dal budget a disposizione, evitando spese eccessive o acquistando prodotti destinati a non durare nel tempo, possono infatti generare qualche pensiero in più.

Prima di partire con la ristrutturazione, però, bisogna tenere in considerazione diversi aspetti come la scelta dei lavabi da appoggio, gli arredamenti, il colore dei sanitari e la loro forma. Tanti piccoli particolari che possono rendere il nostro bagno un ambiente confortevole e alla moda. Una ristrutturazione davvero riuscita risulta convincente anche nel lungo periodo. Un ambiente come il bagno, sottoposto a un ripetuto impiego quotidiano, può essere configurato con modalità diverse pur restando all’interno della medesima metratura. Quando si è alle prese con la sua progettazione sono fondamentali il confronto con un tecnico del settore, la valutazione di tutte le potenzialità della stanza a disposizione e una adeguata conoscenza delle norme vigenti.

La ristrutturazione del bagno, poi, rappresenta un’ottima occasione per migliorare tutti gli elementi che proprio il quotidiano impiego ha permesso di cogliere come meno riusciti. Centrale è il progetto degli impianti, con un’attenzione da estendere anche alle innovazioni. Grande attenzione va data alla progettazione illuminotecnica: Non solo le lampade contribuiscono a rendere davvero personalizzato l’ambiente bagno, migliorandone la gradevolezza complessiva. C’è, come comprensibile, anche un miglioramento delle prestazioni a livello funzionale: una carta da giocare è preferire soluzioni variabili o dotate di dimmer, in modo da regolare le fonti luminose sulla base delle diverse esigenze. Attenzione poi alle sperimentazioni: Il classico lavandino, ad esempio, semplicemente dotato di accessori movibili e leggeri può potenziare la propria funzionalità e agevolare determinate attività. come la depilazione. E se una volta ristrutturato il vecchio e anonimo bagno di un tempo risultasse anche dotato di un pratico antibagno, con grande e spaziosa armadiatura per asciugami e accappatoio? Ripensare il bagno non implica solo il rinnovamento di impianti e sanitari e la scelta di finiture più moderne: può infatti rappresentare un’opportunità per tutta la casa, facendo largo a utili spazio funzionali.

La lavatrice, poi, è uno degli elettrodomestici irrinunciabili e spesso collocarla in bagno risulta essere la scelta più saggia e convincente. Ecco quindi che la ristrutturazione di questo ambiente, fornendo anche l’occasione per ripensare il mobile bagno, permette di riflettere su arredi davvero integrati, capaci di celare persino la lavatrice e attutirne la rumorosità.

Queste, quindi, le soluzioni e le idee per ristrutturare il proprio bagno senza patemi d’animo e con l’occasione di renderlo confortevole e alla moda, magari con l’utilizzo di materiali innovativi ed ecologici.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi