Cose inutili che ingombrano la casa

disordine

Una casa disordinata è un pugno in un occhio. Se l’arredo all’interno ha connotazioni caratteristiche, il disordine non fa altro che nasconderlo agli occhi. Per snellire lo spazio senza troppo stress, ecco alcune cose che spesso ingombrano e che sono assolutamente da eliminare.

Vecchi secchi di pittura

Quella collezione di vecchi secchi di pittura tenuti lì per anni nel caso in cui i muri avrebbero avuto bisogno di un ritocco? È ora di buttarli. Un ingombro inutile, considerando che la pittura dopo sei mesi scade.

Stivali neri

Il vizio di abbinare una collezione ingombra preziose proprietà immobiliari. Il modo migliore per iniziare è dalla sfilata infinita di stivali neri. Va bene averne due paia per lo stesso scopo (opachi o lucidi che siano), ma tre paia per la stessa cosa sembrano eccessivi.

Lenzuola brutte e non corrispondenti

Le vecchie lenzuola possono abbellire la cuccia del cane. A parte questo, non c’è un motivo valido per tenerle. Bastano due set di lenzuola per letto, a meno che tu non venga mai fatto il bucato; in questo caso, allora il problema è veramente grosso.

Candele

E’ bello mettere le candele in ogni stanza, in attesa di essere accese per un’occasione speciale e romantica. Ma quelle candele stanno solo raccogliendo polvere. Quindi, è ora di sbarazzarsene insieme alla polvere di che raccolgono.

Vecchi telefoni cellulari

A volte è difficile capire il perché le persone conservano vecchi telefoni cellulari. Voglio forse dare vita ad un qualche tipo di museo della tecnologia? Se non è così, liberarsene all’istante. Questo vale non solo per i vecchi telefoni cellulari, ma anche per computer e televisori giganti.

Penne a sfera

Tante persone le prendono in banca, nello studio del medico e in diverse confezioni regalo. Ma quelle penne rischiano di scoppiare dentro una borsa oppure stanno ingombrando qualche cassetto del soggiorno. Tenere soltanto quelle preferite e buttare via il resto.

Vecchi libri di testo ed enciclopedie

C’è stato un tempo in cui ogni casa aveva bisogno di una serie di enciclopedie; ma quel tempo adesso non c’è più. Quand’è l’ultima volta che è stato aperto un libro per cercare riferimento a qualche specifico argomento? Ormai con lo smartphone o con il PC si può trovare qualsiasi cosa in meno di dieci minuti.

Quindi, riciclare le vecchie enciclopedia obsolete e, ormai che ci siamo, anche quegli antichi libri di testo scolastici o universitari.

Eliminare i magneti più brutti dal frigorifero

Ecco un’altra strana abitudine nelle cucine di mezzo mondo: i magneti attaccati sul frigorifero. E’ proprio necessario coprirlo in modo così illogico? Se non lo è, togliere almeno quelli più brutti è un’idea non dico geniale ma almeno logica. Assicurarsi però di smaltirli con cura. Ciò significa non buttarli via nella comune spazzatura, ma farlo a parte.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi