Come decorare la camera da letto dei bambini

cameretta

Decorare la stanza dei propri figli? Semplice come per qualsiasi altra stanza. Ma c’è un ma: adeguarla alla loro crescita. I bambini lo fanno in fretta, e sono soprattutto i loro gusti a mutare nel brevissimo tempo. Cosa accade poi quando diventano adolescenti ed hanno gusti ed opinioni proprie?

Schemi per decorare la camera da letto

Alcuni genitori esagerano quando trasformano la stanza del proprio figlio/a in un asilo nido. Carte da parati rosa, poster di Peppa Pig, Marsha e Orso oppure di supereroi Marvel? Buona idea certo, ma fino a quando? I bambini passano dall’amare un personaggio ad un altro in men che non si dica e riconsiderare dopo poco tempo la decorazione della stanza non è un’idea felice.

La prudenza in questo caso è necessaria. Anche quando si ha la tentazione di esagerare in questo senso, bisogna rammentare che non durerà in eterno. Quindi, meglio che le mura restino neutre, aggiungendo soltanto accessori che possano essere sostituiti facilmente nel momento in cui il bambino/a manifesta gusti nuovi.

Mobili per la camera da letto

Per una stanza di un bambino/a, la spaziosità è fondamentale. Come quella di una camera da letto per adulti? No, di più! Nella scelta dei mobili, valutarne il duplice scopo. I letti che dispongono di un materasso estraibile sono utilissimi per accogliere ospiti durante i periodi di vacanza. Quelli a castello poi sono fondamentali per risparmiare spazio, grazie al loro sviluppo in verticale, così come i letti inseriti nello spazio sotto un mobile.

Nella scelta degli armadi, un’idea geniale è quella rivolta a soluzioni sospese e scaffali flessibili. Neonati e bambini piccoli non hanno bisogno di appendere i vestiti verticalmente, ma solo di molti scaffali. Ma optare per entrambe le cose equivale a rivolgere lo sguardo al futuro, quando cresceranno e i loro vestiti saranno più grandi ed avranno bisogno di un diverso tipo di spazio.

Optare per un arredo che preveda una scrivania è un’idea ottima pensando a quando il bambino/a crescerà e avrà bisogno di uno spazio proprio per fare i compiti. Inoltre, sul mercato ci sono grandi cose per la creazione di pareti artistiche speciali tra cui la pittura lavagna e l’intonaco magnetico. Oppure si potrebbero usare stringhe e pioli, in modo che i muri non vengano contrassegnati.

Infine, è necessario non dimenticare le ceste, i contenitori di cartone rigido e gli scaffali per riporre l’enorme quantità di giocattoli. Più tutto questo diventa creativo, più il proprio figlio/a è predisposto a riordinare la stanza sempre e da solo. Così facendo, le probabilità che essa sia sempre libera dalla confusione sono molto elevate.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi