Come arredare una nuova casa senza spendere troppo

arredo anni 50

Immagine da westwing.it

L’acquisto di una casa è uno di quei traguardi ambiti da tutti. Una volta raggiunto questo obiettivo, il passo successivo è arredarla. Rispetto ad un piccolo appartamento, una casa dispone di molto più spazio, il che si traduce in un numero maggiore di mobili. Grandi spese in arrivo quindi? Non necessariamente. Di seguito, ci sono dei consigli utili da seguire per non spendere troppo in arredamento.

Valutare l’inventario attuale

Per quanto tutti vorrebbero arredare la loro nuova casa con mobili nuovissimi, per la maggior parte non è un’opzione realistica. Sebbene alcuni pezzi nuovi sarebbero probabilmente necessari, non si può avere la percezione esatta di ciò che è veramente necessario senza fare il punto sull’inventario esistente.

Per fare questo, sedersi e dai un’occhiata a tutto ciò che si possiede. Iniziare con i mobili di base e poi passare agli oggetti più piccoli come tessuti e accessori. Valutare ogni articolo in base alla sua utilità, condizione e se si adatta o meno allo stile personale. Creare un elenco e separare i pezzi in una delle tre categorie: mantenerlo, non so e scartare.

Dopo aver completato le prime due categorie, esaminarle ancora una volta e decidere dove posizionare ogni oggetto nella nuova casa. Prendere anche in considerazione soluzioni alternative. Se qualcosa non si adatta davvero al nuovo ambiente, considerare di lasciarla andare.

Classificare gli acquisti per priorità

Poiché l’acquisto di una casa è una spesa enorme, le persone di solito dispongono di un budget limitato per l’arredamento. Questo, unito all’entusiasmo di progettare i propri spazi per la prima volta, può portare ad alcuni costosi errori.

Non è necessario che sia così. Uno dei segreti dei designer di interni, che in pochi conoscono, riguarda la bellezza di arredare pezzo per pezzo, piuttosto che andare in una stanza alla volta. Mentre chiunque vorrà assicurarsi di avere a disposizione alcuni elementi essenziali (un letto, una cassettiera, un divano e un tavolo da pranzo) disponibili al momento del trasloco, il resto può essere acquistato nel tempo.

Dopo aver valutato l’inventario, determinare cosa manca. Elencare gli elementi necessari per riempire la casa, classificandoli in ordine di priorità. Quindi, prendersi del tempo per decidere quanto sarà realisticamente possibile acquistare i mobili.

Oggetti costosi di seconda mano

Tenere sempre presente che ci sono molti modi per arredare una casa senza necessariamente recarsi in negozi costosi e di fascia alta. Se i nuovi mobili non rientrano nel budget nell’immediato, è tempo di diventare creativi. Fortunatamente, ci sono molti modi per trovare pezzi acquistabili di seconda mano. Tutto ciò che serve è un occhio molto attento. Cercare negozi dell’usato nella zona di residenza e visitarli regolarmente con l’inventario di ciò che serve in mano.

Assicurarsi di dare a tutti gli oggetti di seconda mano una solida valutazione prima di accettare di portarli a casa. Assicurarsi anche che abbiano tutte le parti necessarie, che siano strutturalmente solide e abbastanza pulite.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi